Una mamma per le mamme


VITA DA MAMMA

SCOPRI DI PIÙ

INFERTILITÀ E PMA

SCOPRI DI PIÙ

ADOZIONE

SCOPRI DI PIÙ

INTERVISTE

SCOPRI DI PIÙ

 

Ultimi Post

Il 10 ottobre di due anni fa, io e Marito ci siamo sposati... Per la seconda volta. (*)
 
La prima volta era stata il primo ottobre di quattro anni prima, con cerimonia civile.

La seconda volta ci siamo sposati con la sola cerimonia religiosa (sì, si può fare!). Ah, nella stessa funzione è stato celebrato anche il battesimo del nostro bimbo.
Sto cominciando a confondervi, vero?
 
 
Immaginate che caos scrivere i libretti Messa... E immaginate la faccia dei miei bis-invitati, quando ho annunciato loro che ci sarebbe stato un altro matrimonio!
Ma andiamo con ordine...
Oggi è il sesto anniversario della prima volta che io e Marito ci siamo sposati. (*)
Primo ottobre 2011.

Calda giornata di sole, cerimonia civile ma tradizionale, con abito bianco, fotografo, ricevimento in un bel casale.
Avevo un abito bellissimo, almeno, per me era il più bello del mondo.
E sul capo la coroncina che avevo sempre sognato di portare.
Mi sono avviata verso l'altare - pardon, verso la scrivania del sindaco - a braccetto con Marito.
Non avevo mai avuto il sogno di farmi accompagnare da mio padre, quel padre che sperava di avere un figlio maschio, anziché una femmina.
E poi, i miei genitori non hanno neppure voluto partecipare al mio (primo) matrimonio.
E (spoiler!) neppure al secondo.

No, non esistono due "schieramenti".
No, non esistiamo NOI (genitori) e VOI (senza figli).
Esistiamo solo NOI (esseri umani).

No, non c'è una guerra in atto. O, se c'è, io proprio non la comprendo.
 
Ultimamente noto un'intolleranza sempre maggiore nei confronti dei genitori.
Delle mamme, in particolar modo.
 
Già, perché, nonostante si dica che la parità dei sessi è stata raggiunta, siamo sempre noi donne ad occuparci per la maggior parte del tempo dei figli, a sacrificarci per loro, a impostare la loro educazione.
Ed è per questo che siamo un facile bersaglio per le critiche.
 
Sono circondata da donne over 30 che non hanno figli per scelta, e sono sicura che ogni giorno debbano subire decine e decine di opinioni non richieste e morbose domande da chiunque.

"Il bambino, quando vuol fare qualcosa proprio da solo, ci si mette d'impegno, ed è tutto animato."

(M. Montessori, “Il bambino in famiglia”)

Non sarò una mamma perfetta, ma a volte sono proprio fiera di come sto crescendo mio figlio.
Per lui ora è solo un gioco, naturalmente, ma si diverte molto ad imitarmi... Mentre faccio le pulizie!

Io non faccio distinzioni tra giochi "per maschi" e "per femmine", purtroppo ancora oggi molti genitori considerano scopa e paletta monopolio delle donne... (Infatti vedo non pochi uomini over 40 che non sanno pulire, ma neppure accendere la lavatrice, o cucinare un uovo!)

Penso e spero di stare crescendo un ometto intelligente, sensibile e, in futuro, indipendente e capace di cavarsela in ogni situazione.

0
Shares