Quando ancora non ero una mamma, detestavo sentirmi ripetere da altre donne: “Tu non puoi capire... Non hai figli!”

Era una frase che mi mandava fuori di testa, davvero! Quelle donne mi sembravano così presuntuose, antipatiche...

Insomma, cosa ci poteva essere di così speciale, di tanto arduo da comprendere, nell'essere mamma? Perché io non avrei potuto capire?

Sono donna, quindi predisposta a donare la vita, e non solo, come se non bastasse, ho sempre desiderato avere figli e avuto un forte istinto materno. Perché non avrei potuto comprendere cosa significa fare la mamma?

E perché non provavano a spiegarmi, invece di sospirare e dire semplicemente... “Non puoi capire”?

E poi, sono diventata mamma.

E ho capito. Ho capito che quelle donne avevano ragione. Ho dovuto ammetterlo.

Ho anche compreso che tutte le mie convinzioni riguardo all'essere mamma, tutte le mie aspettative, sia sulla maternità in generale che su me stessa come madre, sono state, se non stravolte, decisamente messe in discussione, dopo l'arrivo di mio figlio!

È quasi impossibile spiegare cosa significhi diventare madre, ma... Ci proverò.

Diventare madre è un processo che coinvolge tutto il tuo corpo, la tua mente, il tuo cuore.

Il tuo corpo non è più soltanto “tuo”.

Il tuo ventre diventa il nido che custodisce la vita.

Il tuo seno, nutrimento.

Il tuo petto, un morbido giaciglio.

Le tue braccia devono essere sempre pronte a sorreggere, accogliere, accudire.

Anche quando sono stanche. Anche quando il tuo stesso corpo avrebbe bisogno di un abbraccio, di protezione, di essere sorretto.

Diventare madre significa essere forte anche quando ti sembra di non avere più energie.

Diventare madre significa essere coraggiosa, anche se sei piena di paure.

Significa superare i tuoi limiti... E superare limiti che non credevi neppure che esistessero!

Diventare madre significa non essere più una sola persona.

Non sei più una. Sei due.

Sei una persona divisa in due. E la tua metà non fa più parte del tuo corpo, la tua metà è un piccolo essere che si nutre di te, in tutti i sensi, che ha bisogno di te anche quando tu non avresti bisogno di lui, anche quando avresti bisogno di qualche minuto da sola con te stessa.

Ma, sola, non la sarai mai più.

La tua metà è una creatura che ha un immenso bisogno di te, ma che un giorno si staccherà dalla sua mamma per camminare da sola per il mondo, lasciando dentro di te un grande e amaro vuoto...

Ma è un vuoto solo “materiale”, perché essere madre significa essere legata per sempre, indissolubilmente, ad un altro essere umano.

È vero che un figlio può allontanarsi da un genitore e dimenticarlo, vivere bene anche senza di lui/lei, ma lo stesso non si può dire di una madre. Una madre non potrà mai dimenticare di essere tale... Mai!

Essere madre significa imparare a fare tutto con una mano soltanto, e rassegnarsi all'idea di non poter più andare in bagno da sola... Almeno per qualche anno dopo il parto!

Essere madre significa aver bisogno di giornate di settantadue ore per riuscire a fare tutto, ma, ahimè, nel corso della Storia questo nostro desiderio non è mai stato accolto, e le giornate restano di ventiquattro misere ore.

Essere madre significa sentirsi perennemente in colpa, perennemente in bilico tra quello che vogliamo fare, ciò che pensiamo sia giusto fare, quello che il mondo si aspetta da noi, ciò che noi vorremmo da noi stesse.

Essere madre significa cercare di accontentare tutti. Figli, compagno, datore di lavoro... E a volte si dimentica di accontentare, e soprattutto ascoltare, se stesse, ciò che si desidera davvero.

Diventare madre significa sentirsi traboccare il cuore di gioia ogni volta che tuo figlio ti sorride o ti abbraccia. Significa sentirsi devastare per ogni sua sconfitta, anche la più insignificante.

Significa vivere perennemente nell'ansia, e cercare di mascherarlo.

Diventando madre capisci che prima, non importa quanto fosse grande il tuo istinto materno, non avevi capito proprio un cavolo di cosa significhi, essere una mamma!

Diventare madre significa venire travolta dal miracolo della vita!

Ed è lo sconvolgimento più bello, terribile, difficile, fantastico, gioioso, grandioso, inimitabile, che esista!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

0
Shares