"Il bambino, quando vuol fare qualcosa proprio da solo, ci si mette d'impegno, ed è tutto animato."

(M. Montessori, “Il bambino in famiglia”)

Non sarò una mamma perfetta, ma a volte sono proprio fiera di come sto crescendo mio figlio.
Per lui ora è solo un gioco, naturalmente, ma si diverte molto ad imitarmi... Mentre faccio le pulizie!

Io non faccio distinzioni tra giochi "per maschi" e "per femmine", purtroppo ancora oggi molti genitori considerano scopa e paletta monopolio delle donne... (Infatti vedo non pochi uomini over 40 che non sanno pulire, ma neppure accendere la lavatrice, o cucinare un uovo!)

Penso e spero di stare crescendo un ometto intelligente, sensibile e, in futuro, indipendente e capace di cavarsela in ogni situazione.

Robertino ha una sua scopa, paletta e mocio per "pulire", ama sciacquare i piatti e le tazzine nel lavandino (che raggiunge tramite sgabello o sedia, naturalmente io o Marito siamo sempre vicini a lui), si diverte ad aiutarmi a riempire la lavatrice e ultimamente anche a versare i croccantini nelle ciotole dei cani.
Gli piace anche "cucinare" con la sua cucina in legno, apparecchiare il suo piccolo tavolino e imboccare i suoi pupazzi :-)
Noi non lo abbiamo mai forzato a fare nulla di tutto questo, ha iniziato da solo, semplicemente imitandoci!

Comunque, come ho scoperto con soddisfazione, i giochi di imitazione, in particolar modo quelli relativi alle faccende domestiche, non sono utili soltanto per insegnare al bambino a cavarsela da solo quando sarà adulto, ma anche per il suo sviluppo attuale.

Come mi capita di ripetere spesso sono da sempre (anche prima di diventare mamma) interessata alla filosofia Montessori, e il gioco dei lavori domestici è parte di questo "metodo", se così vogliamo chiamarlo.

Lasciar svolgere al bambino le pulizie di casa (spazzare, lavare, spolverare, ecc.) gli permette di:

  • migliorare la coordinazione dei movimenti
  • sentirsi indipendente e soddisfatto (sono sempre così contenti quando riescono a fare qualcosa in autonomia!)
  • a imparare il rispetto per la casa e gli oggetti della casa
  • a creare ordine, che per i bimbi è fondamentale!


"Il bambino deve essere in grado di usare tutto ciò che gli occorre per l'ordine della casa, e deve poter fare tutti i lavori della vita giornaliera; deve spazzare, spazzolare i tappeti, lavarsi, vestirsi, ecc."

(M. Montessori, “Il bambino in famiglia”)


Non avete mai notato quanto i nostri bambini siano abitudinari e quanto amino che ogni oggetto sia sempre al proprio posto? Provate a farci caso!
Se per caso lascio un oggetto (qualsiasi cosa, anche che non sia un giocattolo) in giro, Robertino lo riporta al suo posto non appena se ne accorge!
I bimbi hanno bisogno di ordine, logistico e mentale, di armonia, di precisione; hanno bisogno che noi permettiamo loro di provare a fare le cose da soli, aiutandoli solo se necessario.

Su internet ho trovato una tabella dove vengono riportate le attività domestiche che i bimbi possono svolgere in base alla loro età, ma naturalmente va presa con le pinze, perché ogni bimbo è diverso e ha tempi diversi. 

Scommetto che molte di voi mamme già permettono ai propri bimbi di divertirsi con queste attività senza sapere che fanno parte del metodo Montessori!

Per le mamme che, invece, non permettono ai propri bimbi di imitarli, dico di lasciarli provare! I bambini preferiscono le attività "dei grandi" (anche se a noi sembrano così noiose...) ai giochi colorati e rumorosi che compriamo loro.

Certo, per noi è una perdita di tempo, perché è ovvio che le tazzine "lavate" da un bambino saranno poi da rilavare per bene, e che i mobili "spolverati" da un piccolo di tre anni (ma anche quattro o cinque) saranno da pulire di nuovo, ma dobbiamo portare pazienza... Questo è un investimento per il futuro e una gioia per i nostri bimbi :-)

 

 

"(...) è l'azione che gli procura la vita, ed è questa la sorgente da cui scaturiscono tutti i suoi sforzi.”

(M. Montessori, “Il bambino in famiglia”)


FONTI:

1 - 2

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

0
Shares