Oggi è il sesto anniversario della prima volta che io e Marito ci siamo sposati. (*)
Primo ottobre 2011.

Calda giornata di sole, cerimonia civile ma tradizionale, con abito bianco, fotografo, ricevimento in un bel casale.
Avevo un abito bellissimo, almeno, per me era il più bello del mondo.
E sul capo la coroncina che avevo sempre sognato di portare.
Mi sono avviata verso l'altare - pardon, verso la scrivania del sindaco - a braccetto con Marito.
Non avevo mai avuto il sogno di farmi accompagnare da mio padre, quel padre che sperava di avere un figlio maschio, anziché una femmina.
E poi, i miei genitori non hanno neppure voluto partecipare al mio (primo) matrimonio.
E (spoiler!) neppure al secondo.
Devo dire che, tra quei 30 invitati, sono pochissime le persone che sono restate al nostro fianco fino ad oggi.
Molte di loro se ne sono andate in silenzio.
Altre, facendo un grande ed inutile baccano.
Alcune siamo stati noi stessi ad allontanarle.
Se ci risposassimo di nuovo, oggi, (nota per gli amici: TRANQUILLI NON SUCCEDERA'!) il nostro elenco degli invitati sarebbe piuttosto scarno.
Ma non importa.
 
Ciò che importa è che io e Marito siamo ancora qui.
Ciò che importa è che ora c'è anche Lui. Il nostro Sesamino. Il nostro sogno che si è incarnato in un bellissimo bambino.
Ricordo ancora perfettamente la scelta dell'abito: era giugno e chiesi alla sarta di realizzare un vestito che si sarebbe potuto adattare ad un eventuale cambiamento del mio corpo; cercavamo un figlio già da un anno e speravo davvero di arrivare al matrimonio incinta... Anche se nel profondo del cuore il mio sesto senso diceva che non sarebbe successo.
E non mi sbagliavo... Sarei rimasta incinta molto tempo dopo, molte lotte, infinito dolore...
Eravamo così giovani e "innocenti" quel giorno, la realtà non era ancora entrata nelle nostre vite uccidendo i sogni e facendoci capire che, spesso, l'amore non basta per essere felici. 
Talvolta occorre lottare per realizzare anche i sogni più naturali, "banali", puri.

Sono passati pochi anni e posso dire che eravamo così diversi rispetto ad oggi!
Siamo cresciuti insieme e ora, insieme, cresciamo nostro figlio e continuiamo a crescere insieme a lui.
 
Buon anniversario a noi :-) 
 
(*) Sì, avete letto bene. Tra qualche giorno farò un altro post sul secondo anniversario del secondo matrimonio. Siete confusi? Tranquilli. Marito ancora non ha capito cosa festeggiamo e quando!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

0
Shares